Ladri di stelle! Chi ce le ha rubate?

La scuola Media di Camignolo, organizza annualmente due giornate incentrate sull’ecologia. Durante queste giornate, denominate perlEcologiche, vengono affrontati diversi argomenti inerenti l’ecologia. Grazie alla collaborazione con gli insegnati dell’istituto scolastico, durante il 2012, è stato possibile affrontare il problema dell’inquinamento luminoso.

È stata infatti sviluppata una lezione interattiva dal titolo “Ladri di stelle! Chi ce le ha rubate?”.

Per meglio illustrare la problematica è stato sviluppato un modello di paesaggio tridimensionale, questo modello mostra in modo pratico la problematiche delle emissioni di luce.

Grazie a questa lezione, gli allievi di prima media hanno potuto scoprire quali sono le ripercussioni di questo tipo d’inquinamento e quali sono le misure da prendere per contenere questa problematica.

Il riscontro degli allievi è stato molto positivo, speriamo che questa esperienza possa venir ripetuta anche in altre scuole del Cantone.


2012_img_3532Momento durante la lezione

2012_dscn2815

2012_dscn2836

Modello 3 dimensionale

2012_img_3572

Modello 3 dimensionale

2012_img_3575

Momento di creatività

2012_img_3580

Momento di creatività

2012_img_3584

Interesse del modello

2012_img_3585

Interesse del modello

2012_dsc_0511

Cartellone preparato dai ragazzi

2012_dsc_0512

Cartellone preparato dai ragazzi

La campagna “Globe at Night 2013” inizia oggi

Inizia oggi, 3 gennaio, l’ottava edizione di Globe at Night. Come ogni anno viene chiesto di osservare la costellazione di Orione tra le 20 e le 22 di sera

globeatnight-it1 globeatnight-it2Quest’anno ci saranno 5 periodi di osservazione:

  • dal 3 gennaio al 12 gennaio;
  • dal 31 gennaio al 9 febbraio;
  • dal 3 marzo al 12 marzo;
  • dal 31 marzo al 9 aprile;
  • dal 29 aprile all’8 maggio.

Contribuite anche voi con la vostra osservatione!

Le istruzioni sono disponibili sul sito: http://www.globeatnight.org/

 

GaN Postcard 2013 italian (pdf)

 

GOODLYSWISS: Che cos’è l’inquinamento luminoso? FIOTTI DI LUCE BUTTATA VIA

Nuovo interessante articolo/intervista pubblicato su GOODLYSWISS, il portale per chi ama il Buon Vivere.

goodlyswiss_01Si tratta di un’intervista firmata Annamaria Lorefice, che ripercorre le motivazioni e le attività svolte dalla sezione ticinese di Dark-Sky Switzerland.

Link all’articolo: http://goodlyswiss.jimdo.com/6-ecopress/

Buona lettura

2012-08-11 GOODLYSWISS (pdf)

 

1./2. Giugno 2012 – Le giornate dell’ambiente di Zurigo

“spazio abitabile – spazio abitativo”

zu-1337602532963_01Con questo slogan, presso la città di Zurigo, verranno presentati una cinquantina eventi che si svolgeranno nei diversi quartieri della città, i servizi urbani e le organizzazioni partner della città che si occupano del vivere sostenibile, dell’ambiente e della salute.

Dark-Sky Switzerland sarà presente per informare a proposito dell’inquinamento luminoso e dell’illuminazione esterna efficiente, presso uno uno stand nella Hischenplatz.

 

CIPRA – Il Liechtenstein spegne la luce

Il primo stato al mondo al buio per scelta: a gennaio e febbraio nel Principato prende il via la sperimentazione di questa iniziativa per la tutela degli uccelli, l’efficienza energetica e la pubblica sicurezza.

liechtenstein_large_01

Liechtenstein di notte: a causa dell’illuminazione notturna restano visibili solo più 500 stelle, mentre con il buio completo se ne possono scorgere fino a 2.000.

Nei primi due mesi dell’anno tutti i comuni del Liechtenstein spegneranno circa un terzo dell’illuminazione stradale. In tre degli undici comuni del Principato, dalle ore 0.30 alle 5.30 del mattino, le luci rimarranno accese solo in alcune delle strade principali. Il comune di Planken spegnerà addirittura tutte le luci. L’interruzione dell’illuminazione è stata introdotta un paio di anni fa in alcuni comuni. Se l’esperimento avrà esito positivo, in futuro tutto i lampioni stradali verranno spenti in tutto il Principato.
L’illuminazione notturna costituisce circa un terzo della spesa pubblica per l’energia elettrica. Da un’indagine risulta che il 67% dei tedeschi è favorevole all’oscuramento dell’illuminazione pubblica per risparmiare energia. In Liechtenstein l’iniziativa viene tuttavia adottata anche per motivi di tutela dell’ambiente: la valle del Reno alpino è una delle principali rotte seguite dagli uccelli migratori. Gli stormi volano soprattutto di notte e sono disturbati dalle fonti luminose. La riduzione dell’illuminazione non è pericolosa per gli abitanti. La polizia del Liechtenstein conferma quanto emerso dall’adozione dell’iniziativa nella città tedesca di Rheine: la criminalità non aumenta. A Rheine lo spegnimento dell’illuminazione stradale è iniziato nel 2005.
Prossimamente anche in Sudtirolo di notte si potranno vedere più stelle: nel dicembre 2011 l’amministrazione provinciale ha deciso che i comuni entro un anno dovranno presentare un piano per ridurre l’inquinamento luminoso tra l’una e le sei del mattino.
Fonte e ulteriori informazioni: www.lgu.li/artikel (de), www.provincia.bz.it/usp/service/321www.lichtblick.de/h/medien_358.php?id_rec=221 (de).

» CIPRA