Cadenazzo: Nuova Ordinanza Comunale

A cadenazzo è stata pubblicata una nuova ordinanza comunale riguardante le emissioni luminose

cadenazzo_05La nuova ordinanza fa riferimento lle linee guida cantonali e prevede in particolare:

  1. Sul territorio comunale è vietata la posa e l’installazione di show luminoso o skybeamer, fasci di luce fissi o roteanti rivolti verso il cielo
  2. Le insegne pubblicitarie luminose e gli impianti di illuminazione esterni particolari devono essere notificati al Municipio. Le misure specifiche previste a tutela delle immissioni luminose vanno chiarite nell’ambito della procedura di autorizzazione.
  3. Le illuminazioni di qualsiasi genere e delle insegne pubblicitarie devono essere spente dalle 23.00 fino alle ore 05.00. Il Municipio può concedere deroghe per situazioni particolari.
  4. Il Municipio si riserva la possibilità d’intervento per casi particolari presenti sul territorio comunale.
  5. I contravventori delle disposizioni sopra indicate saranno puniti con una multa fino a fr. 1.000.00 e il Municipio ordinerà gli interventi necessari al rispetto della presente ordinanza.
  6. Sono soggetti a questa ordinanza i proprietari privati e pubblici di edifici o impianti, i gestori ed i responsabili.
  7. La presente ordinanza entrerà in vigore alla scadenza del periodo di pubblicazione.

L’ordinanza è pubblicata nel periodo dal 12 aprile al 26 aprile 2010.

2010-04-26 Cadenazzo Ordinanza comunale emissioni luminose (pdf)

 

Cantone Ticino – Stazioni di rivelamento

All’ inizio del 2010 è stata ufficialmente lanciata la rete di monitoraggio dell’ inquinamento luminoso del Cantone Ticino (OASI luce). Siamo lieti che quest’ anno saremo in grado di aprire ulteriori stazioni di rivelamento in modo che la rete possa coprire l’ intero Cantone da nord a sud, da Lucomagno a Chiasso.

» Stazioni di rivelamento

 

CdT – Interrogazione PS

INTERROGAZIONE PS Inquinamento luminoso: come stiamo?
INTERROGAZIONE PS
Inquinamento luminoso: come stiamo?

cdt_09Francesco Cavalli (PS) chiede al Governo cosa è stato fatto dal febbraio del 2008, quando il Parlamento aveva dato alcune indicazioni per combattere l’inquinamento luminoso, ad oggi. In particolare chiede all’esecutivo come si sono mossi i Comuni e se, gli stessi, applicano in maniera uniforme le «linee guida» cantonali. E, infine, come è stata informata la popolazione.

2009-06-23 Interrogazione GCTI

2008-07-27 Corriere del Ticino

 

Interrogazione Gran Consiglio – Inquinamento luminoso: a che punto siamo?

Il 18 febbraio 2008 il Gran Consiglio ha approvato le conclusioni del rapporto (n. 5916R) della Commissione speciale per la pianificazione del territorio che accoglieva, sia pure parzialmente, la mia mozione del 23 gennaio 2008 “Applicare le raccomandazioni dell’UFAFP per ridurre le emissioni luminose”.

stemmati_09Nel dettaglio le conclusioni erano le seguenti:

L’importanza del problema dell’inquinamento luminoso è riconosciuta sia a livello federale che cantonale.

Le misure proposte dal CdS nel suo rapporto sono opportune e aiutano ad affrontare il problema.

Le «Linee guida» in particolare permettono ai Comuni di chiarire procedure e limiti delle istallazioni luminose allo scopo di prevenire e limitare tutte le forme di inquinamento luminoso.

La Commissione invita il Consiglio di Stato ad adottare tutte le opportune misure, non escluse se del caso anche normative, atte a promuovere un’applicazione uniforme da parte dei Comuni dei provvedimenti contro l’inquinamento luminoso e ad informare l’opinione pubblica e le cerchie professionali interessate.

A oltre un anno di distanza non ci risulta che, dopo la presentazione nel novembre 2007 delle “Linee guida per la prevenzione dell’inquinamento luminoso”, siano state adottate ulteriori misure, come postulato dal rapporto approvato dal Gran Consiglio. Anzi ci sembra che il tema sia stato un po’ dimenticato, per cui poniamo al Consiglio di Stato le seguenti domande:

1. Le “Linee guida” hanno ottenuto effetti tangibili?

2. Sono state adottate altre misure più incisive, in particolare per ottenere un’applicazione uniforme delle”Linee guida” in tutti i Comuni?

3. Quali Comuni hanno adottato norme particolari per ridurre le emissioni luminose eccessive e inutili?

4. Come intende il CdS realizzare l’informazione dell’opinione pubblica e delle cerchie professionali interessate?

FRANCESCO CAVALLI
LEPORI – PESTONI

2009-06-23 Interrogazione GCTI (pdf)

» Interrogazione su ti.ch

 

Locarno – verbale sul mozione riduzione dell’inquinamento luminoso

Alex Helbling:

“Mi preme in questa sede esplicitare brevemente alcune considerazioni di merito. Vale la pena ricordare che scopo di questa mozione è di prevenire le emissioni luminose inutili ed eccessive, senza con questo dover rinunciare alle comodità e alla sicurezza, illuminare solo dove e ciò che corrisponde ad un bisogno effettivo degli esseri umani”.

Verbale della seduta stradorinaria del consiglio comunale (pdf)